CITTA’ – BOLZANO

800px-SiegesdenkmalBZ.jpgBolzano è situata alla quota di 262 m nella parte orientale dell’ampia conca originata dalla congiunzione delle valli di Isarco, Sarentina e dell’Adige. La conca è delimitata ad ovest dalla catena della Mendola, a nord-ovest dell’Altopiano del Salto (Salten, 1.500 m), a nord-est da una cima minore del Renon (Ritten) chiamata Monte Tondo (Hörtenberg), e a sud-est dal Monte Pozza (Titschen, 1.619 m) sul cui versante settentrionale si trova la località Colle (Kohlern), il cui nome è spesso impropriamente usato per designare l’intero monte.

Una piccola balza rocciosa di quest’ultimo, chiamata Virgolo, si erge verticalmente a ridosso della città.

La città è collegata ai tre monti più vicini da funivie che superano ciascuna circa mille metri di dislivello: la funivia del Colle che risale il Monte Pozza sino al Colle di Villa (Herrenkohlern), quella del Renon con arrivo a Soprabolzano e quella di San Genesio che raggiunge l’omonimo paese sull’altopiano del Salto. Dalla città, guardando in direzione est lungo la val d’Isarco, si vede il poco lontano e suggestivo Catinaccio (Rosengarten, 3.004 m), che è parte delle Dolomiti, con le caratteristiche Torri del Vajolet.

Bolzano è attraversata dal torrente Talvera che confluisce in città nel fiume Isarco, il quale a sua volta si getta nell’Adige pochi chilometri a sud della città stessa. Il nucleo storico della città risiede nel triangolo delimitato a ovest dal torrente Talvera, a sud dal fiume Isarco e a nord-est dal Monte Tondo.

Tempo libero

Musei e Gallerie d’arte

Diversi sono i musei. Il più importante – di rilevanza mondiale, con la media di 800 visitatori al giorno – è il Museo archeologico provinciale, in cui è conservato il corpo di Ötzi, il famoso uomo dei ghiacci o del Similaun.

  • Museo archeologico provinciale di Bolzano
  • Museo Civico – Attualmente (aprile 2009) è chiuso per un lungo restauro e non è chiaro quando dovrebbe riaprire i battenti: il comune ha infatti problemi a sostenere l’intera somma necessaria e chiede un grosso contributo alla provincia[16]. Nel progetto attuale, la ristrutturazione comprende una nuova ala, costituita da un cubo di cinque piani (progetto Hitthaler-Schwienbacher); l’accesso dovrebbe essere in corrispondenza di uno slargo da realizzarsi presso via Museo, accanto alla Biblioteca comunale, e che probabilmente prenderà il nome di piazzetta Cassa di Risparmio (la Sparkasse infatti, come affermato dal suo presidente Norbert Plattner, dovrebbe contribuire all’opera con 400 mila Euro). È pure previsto un collegamento sotterraneo con il museo archeologico.
  • Museion – Il museo di arte moderna e contemporanea della città. Nato nel 1985, fino al maggio 2008 è stato ospitato nell’edificio dove ha sede anche la Libera Università di Bolzano. Successivamente si è spostato nella nuova sede, in via Dante: un avvenieristico cubo in vetro e acciaio.
  • Museo di scienze naturali – Disposto su tre piani: il piano terra dedicato alle mostre temporanee, gli altri due alle mostre permanenti (“Geologia dell’Alto Adige” e “Ambienti naturali dell’Alto Adige”) – considerato particolarmente interessante ed educativo per i bambini
  • Museo della Scuola – Primo del genere in Italia. Ospitato all’interno delle elementari Dante Alighieri, raccoglie materiale documentario storico e didattico. Importante la raccolta di cartelloni e l’archivio fotografico
  • Museo Mercantile – All’interno del Palazzo Mercantile, ospita una collezione di ritratti della Casa d’Austria ed una sezione dedicata alla storia del magistrato mercantile e di Bolzano come capitale del commercio
  • Museo dei Presepi – All’interno dell’abbazia benedettina di Muri nel quartiere storico di Gries
  • MMM Firmian – Messner Mountain Museum – Ospitato all’interno di Castel Firmiano è il nuovo museo dedicato alla «montagne e le sue genti» e realizzato per volontà di Reinhold Messner.

Panorama di Bolzano da un ponte sull’Isarco

Per lo svago ha a disposizione dei bei giardini-passeggiate sia in città (i famosi Prati del Talvera, con ottime attrezzature di ricreazione) sia nei dintorni (passeggiate del Guncina e di S.Osvaldo), di piscine coperte e all’aperto, di numerosi campi sportivi per tutti gli sport più popolari: calcio, rugby, baseball, football americano, basket, di un grande stadio del ghiaccio coperto, il Palaonda (7.220 posti a sedere), di un ampio e attrezzato edificio fieristico con relativo quartiere.

CITTA’ – BOLZANOultima modifica: 2010-05-16T20:15:49+02:00da lucchese1905
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento