CROCIATI NOCETO CALCIO

LA STORIA DEI CROCIATI NOCETO

Correva l’estate del 1913 quando un giovane studente universitario CROCIATI NOCETO.jpgNocetano, Otello Cavalli, portò a Noceto, dalla Svizzera, le regole del gioco del Football. L’accoglienza fu entusiastica, tanto che  Noceto, grazie anche all’allora arciprete Don Michele Galli, ebbe subito un campo da gioco (dove c’è adesso l’oratorio parrocchiale) e una squadra. Poi lo scoppio della guerra 1915-18 sparpagliò il Noceto Football Club. Dopo il conflitto all’incirca nel 1919 venne ricomposta la squadra di calcio con il campo da gioco che cambiava spesso: prima nella”Buca” vicino al cimitero e poi nella buca della Fornace. E’ del 1922 la richiesta al comune per un sussidio per il pagamento del campo sportivo. Si narra che nel 1923 Gigino Boldrocchi sia andato a Milano a comperare le maglie rossoblu a scacchi (i colori che poi cedettero al gialloblù) con il contributo di 500 lire dell’allora Principe Umberto di Savoia. La società poi si sciolse perché il campo da calcio venne arato, ma la squadra continuò ad essere chiamata per giocare in trasferta. Nel 1930 il campo da calcio diventò una realtà stabile nella zona della Fornace ed il Noceto football Club divenne protagonista in assoluto del campionato nazionale di 3^ divisione nel 1931-32. Poi come in un baleno, i venti di una seconda guerra travolsero anche il calcio Nocetano. Dalle ceneri della seconda guerra mondiale il calcio risorse. Il Noceto partecipa infatti al campionato interregionale di Promozione. La squadra gira forte e se ne occupa perfino la Gazzetta dello Sport che definisce il Noceto “attacco delle meraviglie”. Nel 1949 la squadra di lega giovanile si aggiudica il titolo provinciale al termine del travolgente campionato 1949-50. Un incerto campionato di prima divisione nel 1952-53 ed una società improvvisata, poi ancora il vuoto che verrà colmato soltanto dal 1958 al 1962 con la “Nocetana Ghirelli”. Nel 1963 per mancanza di una società il campo da calcio comunale viene addirittura dato in affitto ad una società Salsese che partecipa al campionato di 2^categoria. Il calcio Nocetano risorge ancora nell’oratorio con una squadra che nel 1965-66 viene promossa in 2^categoria. Inizia la continuità del calcio Nocetano, addirittura nel 1966-67 con due squadre: la “Bianca” dell’oratorio in 2^categoria e la “Rossa” della Cooperativa in terza categoria fino alla fusione che portò subito bene. Infatti al termine del campionato 1968-69 la “polisportiva Nocetana” approda in 1^categoria dove rimane per cinque campionati. La stagione 1973-74 si chiude con lo storico passaggio in promozione, dopo l’emozionante spareggio al “Tardini” contro il Sala Baganza vinto per 1-0. Poi la discesa fino alla terza categoria e la nuova risalita alla 1^ con la fusione tra l’AC Noceto ed il CE.BA. Noceto, di nuovo la retrocessione in 2^categoria e poi ormai è storia d’oggi. Da quel lontano 1913 ad oggi il calcio Nocetano è più vivo che mai e svolge infatti una funzione non solo sportiva ma anche di carattere sociale.

La rosa dei Crociati Noceto

    
   
    
   
   
   
   
   
   

 

 

CROCIATI NOCETO CALCIOultima modifica: 2009-05-25T10:10:00+02:00da lucchese1905
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento