PRATO CALCIO

n39000046430_229.jpgSTORIA

Fondazione e primi risultati

Nato nel 1908 come Società Sportiva Emilio Lunghi, modificò tre anni dopo il suo nome in Prato Sport Club. Ricostituitasi dopo la guerra, mantenne il nome fino al 1937, allorché divenne Associazione Calcio Prato e, dal 1980, Società per azioni. Il Prato ha anche militato un anno nella massima serie (192728) retrocedendo subito in B. Seguirono diversi anni in serie C, poi il ritorno in B negli anni della seconda guerra mondiale. Dal 1941 il Prato ha cominciato a giocare le partite casalinghe al “Lungobisenzio“, stadio che ancora oggi ospita le partite casalinghe della squadra. Nel dopoguerra il Prato ha alternato campionati di B e di C , sfiorando pure la A in un’occasione. Con Baldassini presidente, il Prato disputò il campionato di B per l’ultima volta nella sua storia nella stagione 196364.

Gli anni fra C e D e l’arrivo di Toccafondi

Dopo la retrocessione in C del 1964, il Prato non è più riuscito a salire in serie B: addirittura retrocede in D nel 1974. Qui ci resta tre stagioni , sino al 1977, quando riconquista la serie C. Con la ristrutturazione della serie C, il Prato viene retrocesso in C-2. La sua permanenza in C-2 dura due stagione : nel 1979-80 il Prato conquista la promozione in serie C-1. Nello stesso anno Andrea Toccafondi arrivò alla guida del Prato. La sua presidenza sarà a lungo discussa per via dei risultati non troppo esaltanti avuti alla sua guida. Il Prato poi si divide fra C-1 e C-2 a metà degli anni Ottanta.

Il Prato torna a competere

Dopo aver conquistato la serie C-1 nella stagione 198485 arrivano gli anni più belli della gestione Toccafondi: dopo aver ottenuto il nono posto per due volte, il Prato torna a competere per la serie B. Il quinto posto ottenuto nella stagione 198788 lascia sì che il Prato lottasse per le zone alte. Nella stagione successiva la squadra arriva vicino alla promozione: dopo esser stato nelle prime posizioni per tutto il campionato, il Prato arriva terzo e il sogno B si infrange a Reggio Emilia, ad opera della Reggiana. Da allora il Prato ha sempre giocato a metà classifica.

Il Prato tra C-1 e C-2

Nella stagione 198990 la squadra disputa un campionato non più all’altezza delle aspettative di promozione: al contrario, il Prato perde lo spareggio a Ferrara contro il Vicenza Calcio, e retrocede in C-2. Iniziano i primi malumori tra i tifosi contro Toccafondi . Il Prato disputa altri due anni in C-2, poi la svolta nella stagione 199293: con Ceccaroni, Califano e Brunetti, con Remo Bicchierai in panchina, il Prato disputa un favoloso campionato di C-2 dopo un testa a testa con il Castel di Sangro Calcio. Decisivo fu lo scontro diretto: battendo gli avversari per 2-1, il Prato viene promosso in C-1.

Negli anni successivi la squadra ottiene dei buoni risultati: arriva 13° nella stagione 1993-94, 7° nella stagione 1994-95 ,8° nella stagione 1995-96 , 6° nella stagione 1996-97. Ma il Prato retrocede in C-2 nella stagione 1997-98 dopo lo spareggio contro la Carrarese Calcio. La contestazione a Toccafondi stavolta diventa più feroce.

La conquista della Coppa Italia serie C e il ritorno in C-1

Negli anni successivi il Prato disputa i play-off per la C-1. Nella stagione 1998-99 perde la finale play-off contro l’AlbinoLeffe , in quella successiva perde la finale play-off contro l’Alessandria. Ma nella stagione 2000-01 si compie un vero e proprio miracolo: pur faticando in campionato, in Coppa Italia Serie C si dimostra una grandissima squadra. Nella finale incontra il Lumezzane. In un Lungobisenzio stracolmo si gioca la finale d’andata, ed il Prato vince 2-1. Nella gara di ritorno, lo stadio di Lumezzane ospita la gara più importante della storia del Prato. Un gol di Nicola Padoin fa impazzire di gioia i tifosi lanieri: il Prato vince la Coppa Italia Serie C. Un sogno divenuto realtà.

Nella stessa stagione, tuttavia, la squadra non riesce ad ottenere la promozione in C-1 , in quanto perde la semifinale play-off contro il Calcio Chieti. La stagione successiva è caratterizzata da un lungo testa a testa con l’Alessandria. Alla terzultima giornata, grazie alla sconfitta dei rivali per 1-0 contro il Novara e grazie al successo dei lanieri per 1-0 sulla Valenzana Calcio, i lanieri conquistano la promozione in C-1.

Anni recenti

Nella stagione 20022003 la squadra disputò un buon campionato, giungendo ottava.

La stagione 2003-2004 invece fu piuttosto deludente, con la squadra costretta a giocare nei bassifondi della classifica. Il Prato riuscì comunque a regalare qualche bella vittoria, come con lo Spezia (2-0) e la Pistoiese 1-4, ma retrocedette in C-2 dopo i play-out contro la Pro Patria. I biancoazzurri furono però ripescati in C-1.

La stagione 2004-2005 fu una stagione assolutamente disastrosa: il Prato finì ultimo e retrocesse direttamente.

Nel 2005-2006 stentò in C-2, e arrivò la furiosa contestazione dei tifosi. Il ritorno il 31 gennaio di Alessandro Diamanti portò al Prato un aiuto decisivo per ottenere una sofferta salvezza ai play-out contro il Montevarchi, quando il fantasista pratese segnò la rete decisiva.

Nella stagione 2006-2007 il Prato giunge nono in C-2, dopo che i lanieri erano stati per molto tempo in zona play-off, fallendo però l’obiettivo per i troppi punti persi a causa di diverse sconfitte nella fase finale del campionato.

La stagione 2007-2008 iniziò nel peggiore dei modi: 3 sconfitte consecutive tra cui uno 0-4 a Viareggio. Poi il Prato ha alternato risultati deludenti con risultati buoni, fra cui un ottimo pareggio casalingo contro la Reggiana per 1-1 il 24 febbraio 2008 e la vittoria per 3-1 sul campo della capolista Bassano il 13 aprile 2008, che però non sono bastati per la qualificazione ai play-off.

La stagione 2008-2009 il Prato l’ha iniziato con una sconfitta in casa contro la Giacomense per 1-0,rimendiando subito vincendo 3-1 a Rovigo e contro Giulianova e Poggibonsi entrambe per 1-0.Con la vittoria contro il Poggibonsi il Prato sale in testa da solo in campionato,scivolando però indietro dopo due sconfitte contro Figline e Cuoiopelli.Dopo la vittoria con la Colligiana per 2-1, il Prato ha festeggiato lunedì 27 ottobre nel posticipo serale contro la Sangiovannese i cento anni di storia della società con una grande festa prima e dopo il match con la Sangiovannese vinta per 3-1 e balzando al terzo posto in classifica davanti a 4000 tifosi presenti allo stadio. Dopo il centenario, il Prato ha successivamente perso 1-0 contro il San Marino in trasferta e ottenendo due pareggi inutili contro Bellaria(1-1) e Carrarese(1-1) e perdendo contro la Sangiustese (1-2).Però verso la fine dell’anno solare il Prato ha inanellato 3 successi consecutivi contro Celano (2-0),Cisco Roma (2-1) e Bassano (2-0) e il Prato si trova al terzo posto in classifica al giro di boa di metà campionato.

CAMPIONATO 2009-2010 PARTECIPANO AL CAMPIONATO DI SECONDA DIVISIONE GIRONE B

.

.

PARTITA DI ANDATA 2009


PRATO CALCIOultima modifica: 2010-04-12T00:10:00+00:00da lucchese1905
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento